Il manoscritto Vaudry de Saizenay è on-line

Schermata 2011-09-14 a 18.21.46 Dalla Francia ho saputo che la biblioteca di Besançon ha digitalizzato il fantastico manoscritto Vaudry de Saizenay. Lo trovate QUI.

Traduco dall’introduction, a cura di Claude Chauvel, nell’edizione Minkoff dello stesso manoscritto:

Jean-Etienne Vaudry, signore di Saizenay e di Poupet, nacque a Saizenay (Canoten di Salins, Giura) il 26 settembre 1668. Nominato consigliere al Parlamento di Besançon con lettere patenti del 7 settembre 1704, è in questa città che due anni più tardi, nell’aprile 1706, sposò Anne-Claire-Béatrix, figlia di Hugues-François Le Maire, anch’egli consigliere allo stesso Parlamento. Quindici figli nacquero dalla loro unione. Vaudry dimissionò dalla propria carica il 20 agosto 1725 e morì a Besançon il 21 luglio 1742.

Negli ultimi due anni trascorsi quasi interamente sul liuto barocco e il repertorio francese ho immaginato che si potrebbe scappare dal mondo portando con sé unicamente il manoscritto Barbe e il Vaudry de Saizenay. In effetti è più o meno ciò che accadde agli estensori delle raccolte in questione 🙂

Kapsperger su Goldberg

Goldberg_51Ancora grazie a una segnalazione ricevuta, informo che è uscito un bell’articolo sul nostro Girolamo Kapsperger (così la grafia sulle sue Intavolature) sulla rivista Goldberg.

Sullo stesso numero un articolo del liutista e musicologo canadese Benjamin Narvey dedicato a Robert de Visée.

Il numero in questione costa 13 Euro, spese di spedizione comprese.

Io l’ho ordinato subito!

John Sturt – Prelude e Allmayne

Dario Pivato, editore delle opere di Anthony Holborne di cui ho parlato qui, mi ha messo amicalmente a disposizione la trascrizione di due brani di John Sturt, dal ms. 38539 presso la British Library di Londra. Il manoscritto in questione è più spesso citato come M. L. Lute Book ed è attualmente datato attorno al 1610.
Ho aggiunto un link al capitolo della bellissima tesi di Julia Craig-McFeely, English Lute Manuscripts and Scribes 1530-1630, in cui tratta dell’ M. L. Lute Book per tutti coloro che volessero saperne qualcosina in più 😉

I due brani, A Prelude e Allmayne sono decisamente interessanti e suonano benissimo su un liuto a 7 cori.

Ringrazio ancora di cuore Dario per la cortesia nel mettere a disposizione la trascrizione per il mio blog!