Un liuto da studio

Ci siamo passati un po’ tutti: tra la decisione di suonare davvero il liuto e riuscire a trovarne uno passa di solito parecchio tempo.
Lasciando da parte i cosiddetti pakistani (a cui medito di dedicare un post apposito) procurarsi un liuto richiede una buona dose di pazienza e testardaggine. Gli strumenti usati naturalmente ci sono, ma è molto difficile che lo strumento concepito su misura per qualcun altro si adatti perfettamente a voi.
Così può accadere che vendendo un liuto economico si ricevano telefonate da genitori disperati: il figlio inizia liuto al Conservatorio di … che aveva promesso di avere strumenti a disposizione, ma non ce ne sono. E ora è urgente.

Per questo motivo sono rimasto colpito dall’iniziativa dei maestri liutai Barbara Ferloni e Kai Schupp che pubblicano una bella pagina sulla propria produzione semi-industriale di liuti rinascimentali, ovviamente da studio.
Gli strumenti sono belli e ben costruiti e i prezzi davvero ottimi, specie paragonati a altri strumenti da studio, di produzione artigianale e dunque con tempi e prezzi decisamente diversi.

Credo che tutti i liutai con cui ho intrattenuto dei contatti personali abbiano prima o poi sentito la mia storia del padre disperato che cerca con urgenza un liuto da studio per il figlio, e naturalmente non a prezzo stellare. Sono davvero contento che qualcuno ci abbia pensato e , mi pare, nella maniera giusta, cioè senza diminuire la specificità dello strumento, che non è certamente quella di essere prodotto malamente, tanto per fare (di nuovo, cfr. la triste storia dei liuti pakistani, spesso in vendita su eBay)

Un unico appunto personale, molto personale: lo strumento a 8 cori si è imposto probabilmente per una questione di mode. In sé il liuto rinascimentale a 8 cori ha avuto probabilmente vita molto breve e il suo repertorio specifico è legato a autori come Giovanni Antonio Terzi, di impostazione decisamente virtuosistica.

Sembrerà una futura limitazione, o forse un’impostazione da liutista italiano, ma perché non pensare a liuti da studio a 6 o al massimo 7 cori?

3 pensieri riguardo “Un liuto da studio”

  1. aiuto! anch’io sto cercando un liuto a 6 cori per iniziare le lezioni, ma a parte sembra impossibile trovarne a 6 cori se non facendoselo costruire da liutaio con un impegno economico non indifferente, l’unico he ho visto abbordabile è uno sul sito della Early Music (995£ circa 1200€), il che implica l’acquisto on line senza possibilità di vederlo e provarlo, ci si puo’ fidare? Grazie per qualsiasi suggerimento e consiglio

  2. Articolo interessantissimo: mi ha sempre affascinato il liuto in se come strumento e per accompagnarmi in qualche brano rinascimentale per voce e liuto 🙂
    Speriamo di iniziare quanto presto uno studio sullo strumento!
    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *